Amb.Marco Giungi: 2018, un anno di continua crescita nei rapporti Italia-Romania

0
449

Una linea di continuità, ma di continua crescita: così ha definito i rapporti Italia – Romania nel 2018 l’Ambasciatore d’Italia a Bucarest, Marco Giungi, in un’intervista a Radio Romania Internazionale (RRI).

Una linea di continuità, ma di continua crescita: così ha definito i rapporti Italia – Romania nel 2018 l’Ambasciatore d’Italia a Bucarest, Marco Giungi, in un’intervista a Radio Romania Internazionale. Tra gli eventi politici che hanno segnato le relazioni Roma – Bucarest nell’anno che si conclude, il diplomatico ha ricordato la storica visita di stato del presidente romeno Klaus Iohannis in Italia nel mese di ottobre. Storica – in quanto la prima di questo massimo livello negli ultimi 45 anni. E’ seguita, sempre a ottobre, la visita ufficiale del vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a Bucarest.

Sotto profilo economico, l’Italia si riconferma il primo Paese come numero di imprese nella classifica delle aziende straniere attive in Romania, ed è salita dal sesto al quarto posto come stock di investimenti. Anche l’agenda culturale è stata particolarmente ricca nel 2018, con tutt’una rosa di eventi organizzati dall’Ambasciata d’Italia e dall’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest, tra mostre, convegni o concerti. Particolarmente importanti e ottimamente accolte dal pubblico sono state le iniziative dedicate alla Settimana della Lingua Italiana e alla Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.

Il 2018, segnato dal Centenario della fine della Grande Guerra e della Grande Unità della Romania, precede anche un momento storico per Bucarest: il suo primo semestre di Presidenza di turno del Consiglio dell’UE. L’Ambasciatore Marco Giungi ha spiegato nella stessa intervista come si è svolta la collaborazione Roma – Bucarest all’interno dell’UE, e come si contemplano le prospettive durante la stessa presidenza, rivolgendo i migliori auguri.

NO COMMENTS